bbfish2.jpg (3570 byte)       Habitat

 

Il bass predilige le acque con fondali molli, poco profonde (da pochi cm a 2 mt), a corso lento (corso medio-basso dei fiumi) o stagnanti, ricche di vegetazione sommersa ed emersa con temperatura dell'acqua tra i 7C ed i 32C. Nei fiumi preferisce le aree caraterizzate da alberi sommersi o con le radici lambite dall'acqua, nei laghi frequenta i canneti, i pontili, i tronchi galleggianti. Nella pianura padana tuttavia il black bass presente in maniera considerevole anche nei canali artificiali in cemento, privi di vegetazione e di ostacoli naturali. In questo caso i sui rifugi diventano le rare formazioni di piante o canneti (che si sviluppano sul sottile strato di limo del canale) e gli  oggetti galleggianti o sommersi di qualsiasi tipo inclusi i rifiuti umani (pneumatici, oggetti in plastica ecc..).

 

habitatmincio.gif (30695 byte)

Una lanca  del Mincio basso.Il corso inferiore del fiume, le aree palustri circostanti ed i tre laghi di Mantova sono tra le aree maggiormente popolose di black bass in Italia.

I tronchi e gli ostacoli sommersi sono un rifugio ideale per il black bass. Il pesce vi rimane in attesa del passaggio della possibile preda

habitattronchi.gif (80783 byte)

Un anfratto del fiume Panaro in localita'   S.Anna vicino a Modena. Le zone ripali ricche di piante sommerse sono tra quelle preferite dal black bass (e dai rivenditori di artificiali...).

I canali della pianura Padana sono popolatissimi di Black bass, nonostante la quasi totale assenza di vegetazione ripale.

Le casse di espansione sul Secchia vicino a Rubiera (tra Modena e Reggio E.).Foto scattata all'alba in attesa di iniziare la battuta di pesca.

habitattramonto.gif (20475 byte)